L'AYURVEDA E I CAMBI DI STAGIONE

Perché nei cambi di stagione è più facile ammalarsi?

La primavera, richiama alla mente la rinascita, ma da cosa?

L'inverno è la morte!

Morte intesa come sonno, come tamas, sappiamo che gli animali vanno in letargo. Pensate che anche voi animali senzienti non abbiate il vostro letargo?

Ebbene si.

L'inverno è un passaggio tra freddo secco, umido, il corpo ha reazioni biologiche che aiutano all adattamento. Dalle pressioni sanguine, a reazioni ormonali, il fuoco si ritira.

Il corpo si nutre di linfa , ma allo stesso tempo si riempie di fluidi e muco.

Questa si chiama in Ayurveda, kapha.

Acqua terra.

La primavera con la sua rinascita, con i suoi venti asciuga, ecco che il corpo e la mente buttano fuori "Ama" lo scarto invernale.

Lo yoga e L'Ayurveda nella loro saggezza, ci dicono di pulire il corpo con i krya.

Se questo non avviene, avremo, tosse, raffreddore, cattiva digestione e chi più ne ha più ne metta.


Strano che virus e batteri colpiscano proprio in queste stagioni?

No.

Dopo l'estate, dove il calore cambia di nuovo il quadro chimico del corpo e della mente, l'autunno arriva, e cosa avviene?

Lo stesso che nell'inverno primavera, ma con condizioni diverse, circolazione, eczemi, herpes orticaria ecc.

Il calore esce e pitta viene sostituito da vata.

Tutto avviene cosi da millenni, eppure tutti gli anni ci meravigliamo di ammalarsi o di sentirci strani.

Seguite le stagioni, seguendo la natura... E vedrete che le malattie saranno un ricordo.


#yoga#benessere#armonia#ayurveda#equilibrio#corpo#mente#vata#dosha#pitta#kapha#primavera



84 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

L'AYURVEDA